Valcerrina: Santa Liberata, i lavori e il Nunzio apostolico in Tanzania

Tempo di lettura:1 Minuti, 57 Secondi

Domenica 9 luglio ha avuto luogo l’inaugurazione dei lavori della Chiesa di Santa Liberata, sita a
Villamiroglio, Borgata Alemanno. La numerosa partecipazione, di oltre duecento fedeli convenuti
nel piccolo paese di Villamiroglio da diverse comunità, ha dimostrato l’attaccamento a questa
Chiesa. Alle ore 16.45 è arrivato l’Arcivescovo Mons. Angelo Accattino, appositamente
accompagnato dai militari dell’Arma dei Carabinieri e con pure la presenza della mamma Carla,
che si sono soffermati sul sagrato a vedere la sintesi fotografica dei lavori con la rendicontazione
economica. Appena entrato in chiesa ha contemplato con vero stupore l’opera d’arte di questo
edificio e due ali di folla plaudivano l’arcivescovo, nel mentre le due bandiere del Vaticano
sventolavano in alto sulla navata. Dopo i primi saluti di benvenuto, è seguita la celebrazione della
Santa Messa, animata dai diversi cantori, col cerimoniere Luca Mussone.
Il Parroco don Davide ha tracciato una breve ma esaustiva relazione su tutti gli importanti lavori
eseguiti, ovvero del ripasso del tetto, del rifacimento completo del timpano, del restauro
conservativo della facciata, appositamente dipinta nei colori originari, per un importo complessivo
di euro 32.000.
Mons. Accattino, nell’omelia molto apprezzata, da buon diplomatico “Nunzio Apostolico”
rivolgendosi ai tanti sindaci si è soffermato sull’importanza del valore comune della festa e della
condivisione: “è fuori dubbio che don Davide è una figura di riferimento dell’intera comunità, una
figura da voi molto amata e ricordiamoci che quando un paese è in festa, anche gli altri comuni di
quel territorio sono in festa, perché puntiamo tutti al medesimo bene comune, al medesimo
uomo, alla costruzione di un’umanità libera, che mi accetta come sono ed accetto l’altro per
com’è”. Si è congratulato molto con la comunità di Villamiroglio e con l’instancabile don Davide
che ha salvato un vero patrimonio culturale e di storia, oltre che di plurisecolare fede cristiana.
Il Sindaco Paolo Monchietto ha rivolto il suo saluto ringraziando l’importante ospite e salutando i
sindaci presenti, ossia il presidente dell’unione collinare Fabio Olivero coi sindaci di Gabiano, di
Moncestino, di Mombello, di Cerrina, di Cereseto, di Villadeati, oltre che di Verrua Savoia, con la
rappresentanza del Gruppo Alpini col gagliardetto.
Infine, Mauro Gennaro, ha incantato le numerose torte, preparate accuratamente dalla
popolazione locale e poi consumate all’ombra in un ricchissimo rinfresco sotto l’adiacente
porticato. E’ stata una giornata straordinaria ed indimenticabile: “non vedremo mai più tanta
gente così a Santa Liberata!”, molti hanno commentato.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Apri WhatsApp
1
Chat con Canavesanoedintorni
Benvenuto. Inizia la chat con Canavesanoedintorni