Aosta, debutto con il botto in Consiglio Valle per Diego Lucianaz con affermazioni choc sul Covid. Provocazione o convinzione effettiva ?

Tempo di lettura:2 Minuti, 26 Secondi

Il consigliere regionale Diego Lucianaz, subentrato in Consiglio Valle nel gruppo della Lega a Nicoletta Spelgatti, eletta nel Senato della Repubblica, un record l’ha già ottenuto. Infatti, già dalla sua prima dichiarazione resa in aula ha suscitato un vero e proprio polverone. L’esponente del Carroccio (ma è un indipendente, essendo stata, tra l’altro, animatore per diversi anni del Movimento indipendentista valdostano) dopo aver fatto i complimenti alla sua predecessora si è espresso in termini sull’emergenza sanitaria da Covid-19 che non sono assolutamente piaciuti alla magioranza

Lucianaz, infatti ha rilevato, nel concludere il suo intervento che «La grande mascarade de l’affaire Covid est en train de se terminer. Ce n’est plus une pandémie, les personnes qui raisonnent le savent bien. Depuis deux ans nous sommes harcelés par l’infodémie, même en Vallée d’Aoste. Arrêtez ce storytelling, du moment que les malades continuent à attendre, comme avant, d’être soignés. Soignez les malades et arrêtez cette colossale mascarade.»

Di qui la reazione delle forze di maggioranza che sostengono il presidente Erik Lavevaz con un duro comunicato e la presentazione di una risoluzione, poi rinviata, nella quale si chiede al Consiglio Valle di prendere le distanze dale affermazione di Lucianaz.

E a tamburo battente è arrivata anche una presa di posisione del Celva che riportiamo integralmente di seguito:

Il Consiglio Permanente degli Enti Locali esprime il proprio sconcerto per quanto accaduto ieri in Consiglio Regionale e stigmatizza le dichiarazioni rese dal Consigliere Lucianaz in merito alla pandemia Covid-19.

La negazione dell’esistenza di un’emergenza Covid-19 rappresenta la negazione della sofferenza che ha coinvolto tutta la comunità valdostana e dell’impegno di tutti coloro – operatori sanitari, protezione civile, volontari – che in prima persona sono stati coinvolti nella lotta alla pandemia.

Fin dalle prime fasi dell’emergenza Covid-19 i Sindaci sono stati in prima linea nel supportare i cittadini in difficoltà: le famiglie divise, i Comuni in zona rossa, le attività chiuse, le chiamate di emergenza ad ogni ora sono fatti innegabili, immagini ed emozioni che resteranno a lungo impresse nei cuori e nella mente di tutti.

Nell’incertezza della situazione, i Sindaci, gli Amministratori e il personale degli Enti Locali hanno rappresentato ancora una volta il punto di riferimento per la popolazione, mettendosi ancora di più al servizio dei cittadini e proseguendo con l’impegno nel portare avanti l’azione amministrativa per garantire il funzionamento dei servizi.

Per questo, alla luce di quanto avvenuto ieri, il Consiglio Permanente degli Enti Locali esprime ancora una volta la vicinanza a tutta la comunità e, in particolare, a tutti coloro che in questi due anni sono stati toccati dal dolore e dalla sofferenza di una pandemia che è sotto gli occhi di tutti, una sfida non ancora conclusa che dobbiamo continuare ad affrontare con consapevolezza, unità di intenti e senso di solidarietà.

Insomma per il neo-consigliere è stato davvero un inizio con il botto !!!

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Apri WhatsApp
1
Chat con Canavesanoedintorni
Benvenuto. Inizia la chat con Canavesanoedintorni