Vercelli, affronta l’esame patente con un auricolare. Scoperto, chiamano i carabinieri e (forse) lo ingoia: denunciato

Visite: 322
0 0
Condividi con
Tempo di lettura:55 Secondi

Nella mattinata del 28 giugno, è stato richiesto l’intervento di una pattuglia del
Nucleo Radiomobile dei Carabinieri presso la sede della Motorizzazione Civile, ove si stavano
svolgendo gli esami di teoria per il conseguimento della patente di guida.

I movimenti di un esaminando, cittadino egiziano di 44 anni, avevano destato
sospetti; e, infatti, il personale amministrativo, controllando meglio, aveva ravvisato che l’uomo,
sentitosi scoperto, aveva tolto dall’orecchio un piccolo auricolare.

I Carabinieri, intervenuti sul posto in quanto la condotta descritta configura reato,
hanno proceduto agli accertamenti del caso, identificando la persona interessata e dando atto delle
circostanze riferite dal personale presente.

Nessuna traccia, però, dell’auricolare: neppure una minuziosa ispezione dei luoghi,
oltre all’inevitabile perquisizione personale del “furbetto della patente”, hanno consentito di
rinvenirlo, tanto che, per le minuscole dimensioni e per l’impossibilità di averlo occultato altrove, si
ritiene che l’esaminando potrebbe averlo repentinamente deglutito.

La vicenda, invero alquanto singolare, si è conclusa con il deferimento all’Autorità
Giudiziaria della persona in questione ai sensi di una Legge del 1925, che punisce i comportamenti
di questo genere, della cui violazione l’egiziano risulta gravemente indiziato.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Condividi con

Ti potrebbero interessare

Articolo dello stesso autore

+ There are no comments

Add yours