Ivrea, lettera aperta di PiazzaEporedia ai consiglieri regionali per il nuovo ospedale

Visite: 189
0 0
Condividi con
Tempo di lettura:2 Minuti, 26 Secondi

da PiazzaEporedia, riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera aperta ai consiglieri regionali sull’attualissima questione della scelta del nuovo ospedale di Ivrea:

Gentile Consigliere,

PiazzaEporedia è una web community che, da sempre, si occupa di dare voce ai tanti cittadini che sentono la politica lontana.

Tra le tante questioni che abbiamo sollevato in questi anni la realizzazione del nuovo ospedale di Ivrea ha assunto sempre più rilevanza ed interesse.

Già in data 8 settembre 2021 abbiamo inviato una lettera all’assessore alla sanità, al vice presidente della Commissione sanità ed al sindaco di Ivrea in cui sottolineavano che “il ruolo dell’ospedale negli anni si è concretizzato come punto di riferimento e di qualificazione non solo per l’eporediese, ma anche per tutto il Canavese e la bassa Valle d’Aosta… Distruggere un patrimonio storico che caratterizza la città di Ivrea da oltre 60 anni appare francamente un’ipotesi quanto meno bizzarra.”

In data 16 marzo 2022, abbiamo richiesto ai sindaci “di adoperarsi senza indugio affinché il nuovo nosocomio di Ivrea diventi al più presto una realtà e riporti i servizi sanitari ai livelli di pregio di qualche anno fa.”

I sindaci, durante la loro ultima assemblea del 28 luglio 2023, si sono espressi a larga maggioranza (72 comuni che rappresentano oltre 340 mila abitanti) per la collocazione nell’area ex Montefibre. Hanno espresso il loro parere sulla base di uno studio affidato ai tecnici di Ires e di Regione che noi non commentiamo ma rispettiamo e che sicuramente tutti voi conoscete molto bene.

Siamo consapevoli che la questione sia divisiva e prendiamo atto della posizione degli amministratori dell’alto canavese. Al tempo stesso sapevamo che qualora fosse prevalsa la scelta sul sito Ribes ciò avrebbe accontentato loro ma avrebbe scontentato moltissime altre persone. Questo dovete saperlo bene, perché il non decidere porta un territorio all’esasperazione.

Tuttavia in democrazia governa la maggioranza. Il territorio, attraverso i suoi sindaci, si è espresso in modo molto chiaro e netto. Peraltro raccogliendo istanza e prese di posizione di tanti cittadini e tantissimi medici (nell’aprile 2022, 110 medici, tra dipendenti Asl e di famiglia, sottoscrissero una petizione pro ex Montefibre).

L’attuale ospedale di Ivrea non è più nelle condizioni strutturali per garantire gli adeguamenti tecnologici necessari. C’è bisogno di una struttura nuova e moderna.

Per questo ci attendiamo che tutti voi, anche coloro che tra di voi e legittimamente avevano manifestato preferenze per l’area Ribes, prendiate atto della posizione espressa dalla maggioranza dei sindaci e agiate con senso di responsabilità, sapendo che non siete stati chiamati in Consiglio regionale a rappresentare singole istanze ma per garantire a tutti una sanità pubblica efficiente, efficace ed adeguata.

E sarà su questa vostra capacità di guardare oltre a marginali convenienze e opportunismi che contribuirete a riavvicinare i cittadini alla politica. E su questo sarete valutati da un territorio che necessita al più presto del nuovo ospedale di Ivrea.

Cordiali saluti,

PiazzaEporedia

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Condividi con

Ti potrebbero interessare

Articolo dello stesso autore

+ There are no comments

Add yours