Le scuole di Lessolo, Colleretto Castelnuovo e Bairo vincitrici di Eureka ! Funziona !

Tempo di lettura:2 Minuti, 11 Secondi

10 scuole primarie, 15 classi, per un totale di 270 bambini: questi i numeri dell’edizione canavesana dell’iniziativa “Eureka! Funziona!”, un progetto di orientamento promosso da Federmeccanica, in accordo con il MIUR, destinato ai bambini del terzo, quarto e quinto anno della scuola primaria e in Canavese realizzato con il supporto del Gruppo Aziende Metalmeccaniche e Manifatturiere (GAM) di Confindustria Canavese. All’iniziativa hanno aderito le scuole primarie di Agliè, Bairo, Colleretto Castelnuovo, Ivrea, Lessolo, Montalto Dora, Piverone, Spineto, San Giusto Canavese, Strambino.

L’idea, giunta quest’anno alla undicesima edizione, nasce da una sperimentazione iniziata nel 2003 nelle scuole primarie finlandesi. Si tratta di una gara di costruzioni tecnologiche, nella quale i bambini hanno il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo. Gli alunni partecipanti sono divisi in gruppi, in modo da incentivare la cooperazione, il lavoro in team, la suddivisione di compiti e ruoli. Eureka! Funziona! mira a sviluppare, sin dalla scuola primaria, le attività di orientamento alla cultura tecnica e scientifica. I bambini partecipanti sono introdotti al mondo del saper fare e vengono messi nella condizione di apprendere attraverso il “cooperative learning” e il “learning by doing”, metodologie didattiche che consentono agli studenti di acquisire conoscenze e competenze tramite la condivisione e l’esecuzione di azioni pratiche.

Il tema dell’edizione 2023 è stato la “Pneumatica“: ai bambini, divisi in gruppi, è stato consegnato un kit composto da materiali diversi (cannucce, tubicini, siringhe, elastici, fili, asticelle di legno, ecc,) con i quali dovevano costruire un giocattolo in grado di muoversi. Successivamente un’apposita Giuria, formata da imprenditori del Gruppo GAM, ha visitato le scuole che hanno partecipato al progetto e i bambini, a turno, hanno illustrato il funzionamento del giocattolo creato dal proprio gruppo e il percorso fatto sino a giungere al prodotto finale.

Molti i criteri di valutazione presi in considerazione dalla Giuria per poter poi individuare il progetto vincitore: il design del giocattolo (estetica e funzionamento), l’idea (grado di originalità e di creatività del progetto), la presentazione dell’oggetto (abilità di esposizione e coraggio del gruppo), la completezza del diario sull’avanzamento del processo di creazione, l’organizzazione della squadra, la pubblicità del giocattolo. I giurati, inoltre, hanno valutato anche i progetti maggiormente educativi, quelli che sono stati realizzati attraverso un miglior uso di materiale riciclato o attraverso un uso originale della pneumatica.

Tre le squadre vincitrici, una per ciascuna classe scolastica:

classi terze: “La Casa delle bambole”, realizzata dalla scuola primaria di Lessolo;

classi quarte: “VNP 2000”, realizzata dalla scuola primaria di Colleretto Castelnuovo;

classi quinte: “Monster Ball”, realizzato dalla scuola primaria di Bairo.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento